Bonus Export Digitale

Accessibile ora anche alle piccole imprese manifatturierie (imprese fino a 50 dipendenti) un contributo di 4.000 € per l’export digitale

Il Bonus Export Digitale è un bando del Ministero degli Esteri e dell’Agenzia ICE, che mira a sostenere le attività di internazionalizzazione, attraverso soluzioni digitali.

Il contributo, in precedenza rivolto unicamente alle microimprese, con provvedimento del 14 dicembre 2022 è ora accessibil anche alle piccole imprese (con un numero di dipendenti inferiori a 50 e con un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro) manifatturiere (con codice ATECO Primario compreso tra i codici 10.00.00 e 33) con sede in Italia, anche costituite in forma di reti o consorzi.

Il bonus finanzia le spese per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte nell’elenco delle società abilitate, che comprendono:

  • realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile;
  • realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedono l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web;
  • realizzazione di servizi accessori all’e-commerce;
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale;
  • digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione;
  • servizi di CMS (Content Management System); 
  • iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing;
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano;
  • upgrade delle dotazioni di hardware necessarie alla realizzazione dei servizi sopra elencati.

Il contributo è concesso in regime de minimis per i seguenti importi:

  • 4.000 euro a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 5.000 euro;
  • 22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 25.000 euro.

Il contributo è erogato in un’unica soluzione a seguito di rendicontazione delle spese sostenute presso società fornitrici iscritte all’elenco dedicato.

La domanda può essere compilata con le seguenti modalità:

  • accesso tramite SPID nell’apposita sezione “Bonus Export Digitale” del sito internet di Invitalia;
  • inserimento delle informazioni richieste;
  • generazione del modulo di domanda sotto forma di “pdf” immodificabile contenente l’identificativo della domanda, le informazioni e i dati forniti dal soggetto richiedente e successiva apposizione della firma digitale;
  • caricamento della domanda firmata digitalmente, con conseguente rilascio del “codice di predisposizione domanda”, necessario per l’invio della stessa.


La domanda va poi successivamente presentata con le seguenti modalità:

  • accesso tramite SPID nell’apposita sezione “Bonus Export Digitale” del sito internet di Invitalia;
  • inserimento dell’”identificativo della domanda” e del “codice di predisposizione domanda”; 
  • rilascio da parte della piattaforma informatica dell’attestazione di avvenuta presentazione.


Invitalia valuterà prioritariamente le imprese che abbiano partecipato o partecipino ad iniziative e programmi governativi per l’inserimento delle aziende italiane nelle piattaforme E-Commerce internazionali e per la transizione digitale delle aziende esportatrici.

Per maggiori informazioni contattare Francesco Angeletti
Tel. 071 29048218 | mobile  3315758931 | email f.angeletti@confindustria.an.it

Se hai bisogno di contattare i nostri uffici puoi accedere, dal pulsante 

 a tutti i nostri contatti che possono essere ordinati e filtrati per Cognome, Nome, reparto ecc.

Articoli correlati

La gestione dei rifiuti

Venerdì 17 febbraio, ore 9,00 SEDE Il  corso si svolgerà in presenza presso la sede si Confindustria Ancona, Via Ing. Roberto Bianchi snc. zona Industriale Baraccola, Ancona DESTINATARI Coloro che

Leggi Tutto »
Search
Generic filters