Nuova disciplina whistleblowing

Il decreto legislativo 10 marzo 2023, n. 24 riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni di disposizioni normative in un contesto lavorativo

Il decreto legislativo 10 marzo 2023, n. 24 recepisce in Italia la Direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni di normative, i cosiddetti Whistleblowers.

Confindustria ha seguito l’intero iter del dossier e, in fase di recepimento, ha evidenziato al Governo e alle Commissioni parlamentari le numerose criticità della prima bozza di Decreto, rappresentando la necessità di bilanciare la protezione dei whistleblower con la salvaguardia delle imprese da utilizzi distorti dello strumento, per minimizzare il rischio di danni reputazionali.

Il nuovo d.lgs. n. 24/2023 stabilisce che sono oggetto di segnalazione, divulgazione pubblica o denuncia:

i) condotte illecite rilevanti ai sensi del Decreto 231 e violazioni dei modelli 231
ii) violazioni della normativa europea in materia di sicurezza dei trasporti, tutela dell’ambiente, radio protezione e sicurezza nucleare, sicurezza degli alimenti e dei mangimi e salute e benessere degli animali, salute pubblica, protezione dei consumatori, tutela della vita privata e protezione dei dati personali, sicurezza delle reti e dei sistemi informativi;
iii) violazioni della normativa in materia di concorrenza e aiuti di Stato.


Le informazioni possono riguardare sia le violazioni commesse, sia quelle non ancora commesse che il whistleblower, ragionevolmente, ritiene potrebbero esserlo sulla base di elementi concreti.

Chi saranno i soggetti privati obbligati all’adozione di canali di segnalazione interna:

La nuova disciplina si applica dal 15 luglio 2023.
Per i soggetti del settore privato che, nell’ultimo anno, hanno impiegato una media di lavoratori subordinati fino a 249 unità l’obbligo di istituire il canale interno ha effetto dal 17 dicembre 2023 fino a quel giorno, continua ad applicarsi la disciplina previgente (art 6 co 2 bis del Decreto 231)

Per maggiori informazioni in allegato la presentazione predisposta da Confindustria.

Per maggiori informazioni 

Valentina Giammichele
Tel. 071 29048256 | v.giammichele@confindustria.an.it

Chiara Mancini
Tel. 071 29048241 | sostenibilita@confindustria.an.it

ULTIME NEWS

AI Act

Webinar “AI Act: i contenuti del nuovo Regolamento sull’Intelligenza Artificiale” – lunedì 25 marzo, ore 10:00 La Delegazione di Confindustria a Bruxelles organizza il webinar “AI Act: i contenuti del nuovo

Leggi Tutto »

La riforma fiscale 2024

Confindustria Ancona, in collaborazione con Il Sole 24 ore e Deloitte & Touch S.p.A., propone un percorso di aggiornamento sulle novità introdotte dalla riforma fiscale recentemente approvata dal governo.Il percorso

Leggi Tutto »