Redazione rapporto biennale sulla situazione rapporto uomo/donna

Invio telematico entro il 30 settembre 2022

Ricordiamo che il rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile dovrà essere inviato entro il 30 settembre 2022 per tutte le aziende pubbliche e private con più di 50 dipendenti.
Per le aziende con più di 50 dipendenti che inviano il rapporto per la prima volta dovranno rappresentare la situazione del personale al 31 dicembre 2021.

Le aziende con meno di 50 dipendenti potranno decidere se inviare il rapporto o meno anche se non vi sono obbligate.

L’invio del rapporto potrà essere effettuato solo in via telematica dal sito del Ministero del Lavoro www.lavoro.gov.it. Terminata la procedura, se non saranno stati rilevati errori o incongruenze, l’applicativo rilascerà una ricevuta che attesta la corretta redazione.

Una copia del rapporto e della predetta ricevuta dovranno essere trasmesse, dal datore di lavoro, alle OOSS. Qualora il rapporto non venga presentato, all’azienda sarà applicata una sanzione da 515,00 a 2.580,00 euro, se l’inottemperanza si dovesse protrarre per più di 12 mesi sarà disposta anche la sospensione per 1 anno dei benefici contributivi eventualmente goduti dall’azienda. Se il rapporto dovesse risultare mendace o incompleto, all’azienda sarà applicata una sanzione da 1.000,00 a 5.000,00 euro.

Per maggiori informazioni contattare Ufficio sindacale
Tel. 071 29048270 | email lavoro@confindustria.an.it

Se hai bisogno di contattare i nostri uffici puoi accedere, dal pulsante 

 a tutti i nostri contatti che possono essere ordinati e filtrati per Cognome, Nome, reparto ecc.

ULTIME NEWS

AI Act

Webinar “AI Act: i contenuti del nuovo Regolamento sull’Intelligenza Artificiale” – lunedì 25 marzo, ore 10:00 La Delegazione di Confindustria a Bruxelles organizza il webinar “AI Act: i contenuti del nuovo

Leggi Tutto »

La riforma fiscale 2024

Confindustria Ancona, in collaborazione con Il Sole 24 ore e Deloitte & Touch S.p.A., propone un percorso di aggiornamento sulle novità introdotte dalla riforma fiscale recentemente approvata dal governo.Il percorso

Leggi Tutto »