Study Tour in Giappone: molto più di un viaggio!

25 marzo – 1 aprile Study Tour in Giappone: molto più di un viaggio!
Incontri, meeting, visite a stabilimenti produttivi di importanti realtà produttive e di ricerca nipponiche e su tutto un bellissimo spirito di gruppo: 21 realtà che hanno partecipato al tour, rappresentate da 35 viaggiatori, tra imprenditori e collaboratori di Ancona, Pesaro e Brescia hanno creato una bellissima atmosfera, rendendo l’esperienza giapponese un arricchimento professionale e personale.
Un grazie alla Camera di Commercio Italiana in Giappone per il supporto e a Confindustria Ancona per l’organizzazione.

Giorno 1 lunedì 27 marzo - Tokyo

Il primo interessante incontro si è svolto a Tokio, presso la Camera di Commercio Italiana in Giappone.

Il Presidente della Camera di Commercio Rosario Pedicini, che è anche Managing Director, General Manager and Legal Representative Tokyo Branch di Intesa Sanpaolo SpA, ci ha presentato una panoramica delle attività svolte dalla Camera di Commercio e importanti spunti per potenziali collaborazioni.

In collegamento da Kobe il dott. Vittorio Falconeri, Managing Director di Dana Japan, ha invece fornito informazioni sul mercato.
Dana è leader globale nell’elettrificazione ed ibridazione dei veicoli, in grado di collaborare e supportare gli OEM e i componentistica in qualsiasi fase della loro progressione all’elettrificazione, con moduli singoli o sistemi completi e del tutto integrati. L’intervento del dott. Falconeri è stato molto seguito ed ha dato vita ad un interessante dibattito da parte dei nostri viaggiatori.

 

Il pomeriggio è proseguito con la visita ad HANEDA INNOVATION CITY, un complesso concepito come centro adibito al business e al tempo libero. Tecnologia avanzata e cultura giapponese ne sono l’essenza, con aziende innovative impegnate a sviluppare tecnologie nel campo della smart mobility, healthcare, robotica e tanto altro. Qui si trova anche la DENSO Global R&D Tokyo, una nuova struttura, aperta nel 2020, che ospita un centro di R&D per lo sviluppo di tecnologie avanzate per la guida autonoma. Dopo un briefing introduttivo siamo stati introdotti all’interno degli spazi usati per progettare e sviluppare tecnologie di guida autonoma e ci ha permesso di sperimentarla di persona!
Attraverso l’R&D sulla guida autonoma e relative tecnologie presso la sua Global R&D Tokyo e Global R&D Tokyo, Haneda, DENSO contribuirà a raggiungere una mobilità avanzata che sarà in grado di migliorare la vita delle persone, in particolare gli anziani.

Giorno 2 - martedì 28 marzo Tokyo - Nagoya

La mattinata è stata dedicata al turismo, e si è incentrata sulla visita al quartiere tradizionale di Asakusa, il quartiere più “antico” della città. Di grande impatto Kaminarimon, la prima delle due porte d’ingresso che portano al Tempio di Sensoji, costruito più di 1000 anni fa che rappresenta il simbolo di Asakusa. Dopo la porta si accede ad uno spazio dedicato a negozi tipici (souvenir, cibo da strada, ecc.) fino ad arrivare ad una seconda porta e al Tempio Sensoji, il più famoso e popolare di Tokyo, costruito nel VII secolo è questo uno dei più antichi del Giappone. L’attuale edificio è una ricostruzione del dopoguerra. Al suo fianco si trova Il santuario Asakusa, noto anche come Sanja-sama, costruito durante il periodo Edo (1603-1868) e sopravvissuto ai bombardamenti del 1945. La vicinanza di un tempio buddista ad un santuario scintoista è la testimonianza della accoglienza e tolleranza nei confronti delle diverse culture di questo territorio. Nel pomeriggio partenza per Nagoya in Shinkansen è la rete ferroviaria giapponese di treni ad alta velocità sulla quale viaggiano i cosiddetti “treni proiettile”, un’ora e mezzo di viaggio per oltre 340 km di percorrenza stradale.

Giorno 3 - mercoledì 29 marzo - Nagoya

Prima tappa Museo Toyota, emblema dell’approccio multi prospettico di Toyota; dalle eco-car e tecnologie ibride all’attenzione per le auto sicure.

L’incontro con il rappresentante di Toyota Motor Mr. Yoshiaki Matsuo (Toyota Motors, Woven Planet Global Sezione business development for Smart City in Shizuoka) ha ulteriormente posto l’accento sull’attenzione alla sicurezza, alla sostenibilità e al valore sociale di tutto quanto viene progettato oggi per il futuro.

Ha completato la visita un interessante incontro di approfondimento con un esperto di Global Research Institute for Mobility in Society, Università di Nagoya. L’Università di Nagoya, nel 2011, ha istituito il Green Mobility Collaborative Research Center (GREMO) come centro per l’innovazione della mobilità sostenibile: questo centro è la base per lo sviluppo di tecnologie innovative per l’implementazione sociale e lo sviluppo delle risorse umane attraverso una nuova forma di collaborazione tra industria, università e governo. Il centro raccoglie ricercatori in tre aree correlate: “veicoli avanzati”, “servizi di mobilità” e “valore sociale”. La ricerca sulla mobilità presso l’Università di Nagoya è stata ampiamente riconosciuta a livello mondiale e GREMO sta sviluppando attività di ricerca e sviluppo che anticipano le questioni chiave per la mobilità di prossima generazione nelle tre aree di ricerca sopra menzionate. Vale la pena riportare una considerazione ricorrente in tutti gli incontri: la popolazione invecchia e di conseguenza la tecnologia dovrà essere di supporto a tutte quelle categorie che invecchiando diventano sempre più fragili e in difficoltà.

Giorno 4 - giovedì 30 - Nagoya - Suzuka - Tokyo

Primo incontro della mattinata la visita alla NGK (stabilimento di Komaki) ricevuti dal Direttore Shinichi Odo.
Il Gruppo NGK SPARK PLUG ha esplorato da sempre il potenziale delle ceramiche, ed è l’azienda leader nelle produzione di candele per auto.
Dopo l’incontro la visita nei reparti produttivi dove si producono celle a combustione di idrogeno.
Dal 1 aprile 2023 (che coincide con l’inzio del nuovo anno fiscale in Giappone) l’azienda ha ufficialmente cambiato denominazione: il nuovo nome aziendale è Niterra. Si tratta di una parola coniata che unisce le parole latine “niteo” (che significa “brillare”) e “terra” (che significa “terra”). Esprime il desiderio e l’impegno del Gruppo di diventare una società che illumina l’ambiente globale, rendendo davvero la terra “scintillante”. Con tecnologie che trascendono il regno delle ceramiche, il Gruppo contribuisce a realizzare una società migliore affrontando diverse questioni globali.
Il pomeriggio abbiamo visitato la struttura produttiva di Suzuka della Honda, la terza a livello nazionale e struttura di riferimento per gli stabilimenti esteri.
La fabbrica di Suzuka, tra le fabbriche nazionali di Honda, fornisce componenti alle fabbriche estere di Honda in 27 nazioni, integrando i componenti acquistati localmente e supportando le loro attività di produzione locali. In questo tour ci hanno permesso di visitare il reparto saldatura.
Finita la visita alla Honda ripartenza in treno verso Tokyo.

Giorno 5 - venerdì 31 marzo - Tokyo

In mattinata trasferimento alla zona di Odaiba e visita a MIRAIKAN, museo nazionale della scienza emergente e dell’innovazione, istituito dalla Japan’s Science and Technology Agency. Questo enorme edificio ospita la nazionale di ricerca di punta, in particolare nel settore della robotica.
Dopo pranzo incontro di approfondimento presso Mobility Innovation Collaborative Research Organization, The University of Tokyo, Kashiwa Campus (Chiba).
In questo seminario a cura del Professor Yoshihiro Suda (direttore del centro di ricerca UTmobI) si è parlato dell’organizzazione di ricerca collaborativa per la mobilità e l’innovazione dell’Università di Tokyo, che mira a diventare un’organizzazione di ricerca all’avanguardia in Giappone per la ricerca sulla mobilità innovativa incentrata sulla guida autonoma.

Un bel bagaglio da portarsi a casa

Tre città Tokyo – Nagoya – Suzuka, un tour ricco di spunti, informazioni, conoscenze degli ambiti di ricerca di tendenza oggi e per il futuro.

Fil rouge che accomuna tutte le visite: tanta ricerca, tanta qualità, sostenibilità.

Grazie allo splendido gruppo che ha dato vita a questo study tour

Benelli Armi, Brugar, Clabo, Elettromatic, Ennegi, Lcm, Ludabak, Marvit, Mir Car, Omr, Paiardini Tino Srl, Pluservice Mycicero, Salumificio Di Genga, Semar, Sige, Soluzioni, Space Work, Str Automotive, Study With Athena, Zannini e al team della Camera di Commercio Italiana in Giappone che ci ha supportato durante tutto il percorso, un particolare ringraziamento ad Eleonora Flisi, Leonardo Zampetti e Takako Tomii che ci hanno seguito operativamente durante le giornate di visita.

ULTIME NEWS

Credito ricerca e sviluppo: cosa fare?

Giovedì 11 luglio ore 15.00 – 18.30 presso Confindustria Ancona Con l’approssimarsi della scadenza per la Sanatoria facciamo il punto della situazione sugli investimenti per ricerca e sviluppo, tentando di

Leggi Tutto »

Voucher per la Transizione Ecologica delle PMI

Domande a partire dal 8 luglio Nell’ambito del progetto finanziato dall’incremento del Diritto Annuale “Transizione Digitale ed Ecologica” la Camera di Commercio promuove un Voucher per l’acquisto di servizi di consulenza, formazione e

Leggi Tutto »