Fondo “Nuovo credito” per le imprese

Lunedì 29 gennaio 2024 si apre il bando regionale per la richiesta di contributi, in abbattimento tasso di interesse e commissioni confidi, in relazione a finanziamenti, compresi tra 15.000 euro e 200.000 euro, richiesti da MPMI e lavoratori autonomi

TIPO DI AGEVOLAZIONE

Il Fondo Nuovo Credito (FNC-ORD) opera attraverso:

  • Fondo di riassicurazione su garanzia di primo grado;
  • abbattimento commissioni di garanzia;
  • contributo in conto interessi.

 

Possono presentare la domanda e usufruire dell’agevolazione le MPMI e lavoratori autonomi per prestiti garantiti da un Confidi convenzionato che sono stati deliberati ed erogati con contratti sottoscritti, purché gli interventi delle imprese non siano materialmente completati o realizzati completamente alla data di presentazione della domanda al Confidi convenzionato.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare la domanda ai Confidi convenzionati le MPMI e i lavoratori autonomi con sede operativa nel territorio della Regione Marche dove è finalizzata l’operazione.
Per le cause di esclusione si rinvia alla scheda di sintesi allegata alla notizia.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione iniziale di risorse finanziarie assegnata agli interventi di sostegno è pari a complessivi 20 milioni di euro.

Essendo le risorse limitate si consiglia alle imprese interessate di contattare e presentare domanda ad un Confidi convenzionato il prima possibile.

Le risorse finanziarie potranno essere incrementate da eventuali ulteriori stanziamenti assegnati da Regione Marche.

FINANZIAMENTI AGEVOLATI

Sono agevolati i finanziamenti accesi per le seguenti finalità:

  • investimenti in beni materiali e immateriali, non materialmente completati o pienamente attuati alla data di presentazione della domanda al Confidi convenzionato;
  • capitale circolante, anche non legato a progetti di investimento.

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE

Di seguito le caratteristiche dell’agevolazione:

  • Importo finanziamento per singola operazione:
    • Minimo: € 15.000,00
    • Massimo: € 200.000,00
  • Durata massima finanziamento: 96 mesi;
  • Il contributo in conto interessi è pari alla somma delle sottostanti voci:
    • la sovvenzione prevede una riduzione del TAN fino a un massimo del 4% (riduzione di 400 bp), con un massimale di € 10.000,00;
    • in caso di TAN inferiore al numero di punti base di cui al punto precedente, la riduzione è limitata al TAN stesso
    • interessi a tasso fisso.
  • Oneri Confidi 1° grado:
    • Il contributo è pari è pari al 100% sia della Commissione di garanzia del Confidi di 1° grado (la Commissione di garanzia deve essere fissata obbligatoriamente allo 0,60% annuo dell’importo nominale della garanzia di 1° grado), sia degli altri oneri del Confidi di 1° grado, ad esclusione di quelli potenzialmente recuperabili dall’impresa (quote/cauzioni e similari);
    • In ogni caso il contributo, come calcolato al punto precedente, non deve eccedere l’importo di € 5.000,00 e gli oneri applicati dal Confidi di 1° grado (al netto di quelli potenzialmente recuperabili dall’impresa) non possono superare l’importo della sovvenzione, come calcolata al punto precedente.

Nel caso in cui le spese collegate al progetto sottostante al finanziamento fossero sostenute in parte dal finanziamento stesso collegato al Fondo Nuovo Credito e in parte da un contributo in c/capitale concesso attraverso una distinta misura di aiuto (dalla Regione o da altri organismi), in sede di richiesta della riassicurazione regionale o, se successiva, contestualmente alla richiesta di contributo in c/capitale all’Amministrazione Pubblica di riferimento, il potenziale destinatario finale dovrà fornire i dettagli necessari al Soggetto Gestore, affinché quest’ultimo possa verificare contestualmente il rispetto tassativo dei seguenti limiti:

  • La somma del valore nominale del finanziamento garantito e del contributo in c/capitale non deve superare l’ammontare del progetto;
  • L’ammontare nominale del finanziamento garantito deve risultare superiore all’importo del contributo in c/capitale.


Il rispetto contestuale di tali limiti è necessario affinché la riassicurazione possa essere concessa

REGIME DI AIUTO DI STATO

L’agevolazione è concessa nel rispetto del Regolamento sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti «de minimis» alle imprese.

Nel caso in cui lo Strumento finanziario non prevedesse la riassicurazione del Fondo Centrale di Garanzia, in alternativa al regime “de minimis”, è possibile concedere l’agevolazione nel rispetto dei principi di cui all’art. 17 o 22 del Regolamento (UE) n. 651/2014 (c.d. “GBER”).

L’agevolazione connessa alla riassicurazione è cumulabile con altre agevolazioni concesse per le medesime spese qualificabili come aiuti di Stato ivi incluse quelle concesse a titolo di de minimis, purché la somma delle altre agevolazioni e dell’importo nominale del finanziamento sottostante non superi il 100% del costo dell’investimento.

COME RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE

La richiesta dell’agevolazione da parte dell’impresa va fatta per il tramite di un Confidi di I grado convenzionato con il soggetto gestore.

Il Confidi di I grado convenzionato e l’istituto di credito erogante il finanziamento si attivano per addivenire alle proprie delibere (rispettivamente garanzia e finanziamento sottostante).
In seguito all’erogazione del finanziamento (sottostante alla riassicurazione concessa dalla misura) da parte degli Istituti di credito, le domande saranno selezionate tramite una procedura a sportello fino ad esaurimento delle risorse, secondo l’ordine cronologico di presentazione sulla piattaforma del Gestore www.creditofuturomarche.it, da parte dei Confidi.

Il contributo (su interessi e su garanzia) abbinato allo strumento finanziario viene erogato direttamente dal Soggetto Gestore in un’unica soluzione per il tramite del Confidi di 1° grado all’impresa beneficiaria.

DATA APERTUTA RICHIESTE AGEVOLAZIONE

Le domande possono essere presentate a partire dal 29 gennaio 2024.

OBBLIGHI DI COMUNICAZIOINE

Le imprese che beneficiano dei Fondi della Coesione europea, devono rispettare l’obbligo di esporre targhe o cartelloni permanenti chiaramente visibili al pubblico, in cui compare l’emblema dell’Unione Europea.

L’impresa deve indicare nel proprio sito e sui social media ufficiali di aver ricevuto un sostegno finanziario dal Fondo Nuovo Credito (FNC-ORD), riportando i loghi come da materiali comunicativi disponibili negli Allegati.

Nel caso l’agevolazione ricevuta vada a finanziare un investimento materiale o acquisto di attrezzature, l’impresa deve porre su tali beni una targa o cartellone o poster permanente chiaramente visibile al pubblico.

La realizzazione di poster, targhe e cartelloni è possibile produrla in autonomia al link seguente:  https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/FondiEuropei/Per-i-beneficiari/Linee-guida-per-i-beneficiari-21-27

Si precisa che anche i Confidi Convenzionati devono rispettare gli obblighi di comunicazione.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni e per accedere all’agevolazione rivolgersi ai confidi convenzionati.

Per ulteriori informazioni sulla misura cliccare nel link di seguito: https://www.creditofuturomarche.it/bandi/sezione-ordinaria-del-fondo-nuovo-credito-per-le-imprese-fnc-ord/

Si allega alla presente notizia scheda sintetica del bando.

Per maggiori informazioni contattare Giampaolo Santinelli
Tel. 071 29048227 | mobile  3346634815 | email g.santinelli@confindustria.an.it

Se hai bisogno di contattare i nostri uffici puoi accedere, dal pulsante 

 a tutti i nostri contatti che possono essere ordinati e filtrati per Cognome, Nome, reparto ecc.

ULTIME NEWS

AI Act

Webinar “AI Act: i contenuti del nuovo Regolamento sull’Intelligenza Artificiale” – lunedì 25 marzo, ore 10:00 La Delegazione di Confindustria a Bruxelles organizza il webinar “AI Act: i contenuti del nuovo

Leggi Tutto »

La riforma fiscale 2024

Confindustria Ancona, in collaborazione con Il Sole 24 ore e Deloitte & Touch S.p.A., propone un percorso di aggiornamento sulle novità introdotte dalla riforma fiscale recentemente approvata dal governo.Il percorso

Leggi Tutto »