Bonus soluzioni digitali per l’export

Recupero spese sostenute per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export da parte di microimprese manifatturiere

Il Bonus Export Digitale è un nuovo intervento a cura del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (MAECI) e dell’Agenzia ICE per la concessione e l’erogazione di contributi finalizzati a sviluppare l’attività di esportazione e di internazionalizzazione delle microimprese manifatturiere mediante l’impiego delle soluzioni digitali per l’export disponibili sul mercato.

Possono richiedere il contributo tutte le microimprese – anche aderenti alle reti o ai consorzi in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) hanno meno di 10 dipendenti e fatturato annuo o totale di bilancio non superiore a euro 2.000.000;
  2. b) hanno avviato, da almeno un anno, la fatturazione di prodotti commerciali;
  3. c) hanno sede legale o sede operativa e stabilimento produttivo in Italia;
  4. d) operano settore manifatturiero, codice ATECO primario: C;


Il Bonus Export Digitale finanzia le spese sostenute per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte nell’elenco delle società abilitate.

Le prestazioni puntano a sostenere i processi di internazionalizzazione attraverso:

– la realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile;

– la realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedano l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web;

– la realizzazione di servizi accessori all’e-commerce;

– la realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale;

– digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione;

– servizi di CMS (Content Management System);

– l’iscrizione e/o l’abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing;

– servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano;

– l’upgrade delle dotazioni di hardware necessarie allo sviluppo di processi organizzativi.

È prevista l’istituzione dell’elenco delle società fornitrici abilitate a fornire le prestazioni e i servizi oggetto dell’agevolazione.

Articoli correlati

Assemblea dei Soci

Martedì 28 giugno Confindustria Ancona | via Roberto Bianchi snc | Ancona Ore 17,00 registrazione partecipanti Ore 17,30 inizio lavori Clicca qui per accedere alla parte riservata ai soci con

Leggi Tutto »

Proroga scadenza bandi regionali

La scadenza delle domande dei 2 bandi regionali “Transizione tecnologica e digitale dei processi produttivi” e “Azioni per il riorientamento e la diversificazione dei mercati”, fissata al 30 giugno 2022,

Leggi Tutto »

Risk management

Percorso di Formazione | 22, 29 settembre e 6 ottobre 2022, ore 9.00-17.00 Premessa Il legame tra rischio e impresa è insito nella genesi stessa dell’azienda: l’imprenditore sa che la

Leggi Tutto »
Search
Generic filters