CCNL 5 febbraio 2021 Industria Metalmeccanica e Installazione di Impianti

Minimi contrattuali e valori dell’indennità di trasferta e di reperibilità in vigore dal 1° giugno 2022

Federmeccanica conferma, anche dopo la definizione della quota riferita all’IPCA, gli incrementi complessivi, e quindi i minimi contrattuali già previsti nell’Accordo di rinnovo 5 febbraio 2021 da corrispondere a decorrere dal mese di giugno 2022.

Inoltre, illustra gli aggiornamenti, sulla base dell’IPCA, sempre a decorrere dal mese di giugno 2022, degli importi dell’indennità di trasferta, dell’indennità di reperibilità.
e la ridefinizione delle percentuali riguardanti l’utile minimo di cottimo.

Minimi contrattuali

Si ricorda che gli incrementi, e quindi i minimi contrattuali, da corrispondere nel mese di giugno 2022, sono riconosciuti in una misura complessiva composta di una quota riferita alla riforma dell’inquadramento e di una quota relativa all’IPCA.
Federmeccanica comunica che le Parti stipulanti il CCNL, preso atto della dinamica dell’inflazione relativa all’anno 2021 misurata con l’indice IPCA al netto dei prezzi dei beni energetici importati, hanno sottoscritto in data 8 giugno 2022 la tabella della quota riferita all’IPCA.
Tale quota risulta già ricompresa nella tranche degli incrementi, e quindi nei minimi contrattuali, da corrispondere a decorrere dal mese di giugno 2022, che, pertanto, devono essere riconosciuti negli importi già stabiliti nell’Accordo di rinnovo del 5 febbraio 2021 e richiamati da Federmeccanica.

Effetti, derivanti dalla variazione dei minimi tabellari sugli istituti contrattuali

Federmeccanica fornisce una nota sugli effetti, derivanti dalla variazione dei minimi tabellari, sugli istituti contrattuali (indennità maneggio denaro, maggiorazioni per lavoro straordinario, notturno e festivo, minimi tabellari per gli apprendisti, utile minimo di cottimo).
L’utile minimo di cottimo è da calcolare applicando ai minimi di paga base le nuove percentuali decorrenti dal 1° giugno 2022 già previste nel Verbale di Incontro del 9 giugno 2021.

Nuovi valori dell’indennità di trasferta e dell’indennità di reperibilità

Federmeccanica comunica, inoltre, che, sempre in data 8 giugno 2022, le Parti stipulanti hanno altresì definito, sulla base dell’IPCA, i nuovi valori dell’indennità di trasferta e dell’indennità di reperibilità, a decorrere dal 1° giugno 2022.

200 euro a titolo di flexible benefit e Elemento Perequativo

Federmeccanica ricorda, infine, che dal corrente mese di giugno 2022 occorre mettere a disposizione dei dipendenti 200 euro a titolo di flexible benefit e che sempre nello stesso mese di giugno, per le aziende prive di contrattazione aziendale con contenuti economici, rimane confermato l’Elemento Perequativo pari a 485,00 euro da corrispondere secondo quanto previsto dall’art. 13, Sezione Quarta – Titolo IV.

Per maggiori informazioni contattare Barbara Gambelli
Tel. 071 29048278 | mobile  3339215352 | email b.gambelli@confindustria.an.it

Se hai bisogno di contattare i nostri uffici puoi accedere, dal pulsante 

 a tutti i nostri contatti che possono essere ordinati e filtrati per Cognome, Nome, reparto ecc.

Articoli correlati

Search
Generic filters